Risultati della ricerca

 
Istituzione

Il Museo dell'Opera del Duomo, organismo permanente e senza scopo di lucro, è stato istituito il 3 luglio del 1983 grazie all’art. 53 della legge 14.05.1981 n. 219 che consentiva all’allora Ministero dei Beni Culturali e Ambientali di finanziare interventi straordinari di riapertura e funzionamento di istituti museali. L’allestimento fu curato dalla Soprintendenza BAAAS di Salerno e Avellino negli ambienti della cripta del Duomo restaurati con fondi ministeriali. Il 4 marzo 1993, dopo i primi dieci anni di attività, la gestione è passata alla Parrocchia di Santa Maria Assunta con la Direzione di Mons. Giuseppe Imperato senior. Durante i lavori di restauro del 1994, che hanno permesso il recupero di un ambiente adiacente alla navata sinistra e di un luminoso ingresso, l'allestimento originario è stato sostituito da un nuovo sistema espositivo caratterizzato da espositori in metallo e vetrine illuminate con fibre ottiche, i cui punti luce possono essere orientati singolarmente a seconda delle esigenze espositive. Gli oggetti in marmo e in mosaico sono stati fissati su piedistalli di varia grandezza conforme alla tipologia di ognuno . Il pavimento messo in opera è in cotto artigianale.

Attese le molteplici ed assai pregevoli testimonianze artistiche e culturali appartenenti al Duomo e ai complessi monumentali della parrocchia e ritenuto come i beni in cui esse si sostanziano costituiscano un’eredità culturale di inestimabile valore storico artistico e spirituale da tutelare e custodire con la massima diligenza, il Museo intende tutelarne la conservazione e favorirne la fruizione, promuovendo la conoscenza scientifica, la valorizzazione culturale e religiosa, le potenzialità educative, avviando attività di ricerca e attivando progetti culturali e di didattica museale, conformemente alle norme canoniche universali e/o particolari ed alle disposizioni emanate in materia di Beni Culturali.

There is not any reviews for this product
|
Indietro
campania>artecard

TripAdvisor
Prenota con e-mail

ChiesaRavello.com